disturbi-comportamentali-bambini-quali-s

Disturbi Emotivi e Relazionali

Per Disturbi emotivi e relazionali si intende l’insieme di disagi e difficoltà che bambini, ragazzi e giovani adulti possono sperimentare nel fare i conti con la propria dimensione emotiva, affettiva e relazionale.

Alla base di gran parte di questi disturbi spesso ci sono le rappresentazioni disfunzionali di sé e del mondo circostante che l’individuo si crea, partendo dalla tendenza a ingigantire gli aspetti negativi della realtà, con rigidità e poca flessibilità di pensiero.

I soggetti con disturbi emotivi e relazionali spesso nutrono scarsa autostima, assumono atteggiamenti oppositivi e di rifiuto, si sentono impotenti e spesso sperimentano ansia e rabbia.

COME SI MANIFESTANO I DISTURBI EMOTIVI E RELAZIONALI

Situazioni che accomunano diverse tipologie di disturbi emotivi e relazionali sono:

  • la difficoltà di separazione dai genitori 

  • la difficoltà di socializzazione con i coetanei e la ricerca di un rapporto esclusivo con l’adulto

  • la difficoltà nella gestione delle emozioni: inibizione emotiva o eccessiva irrequietezza

  • alcuni sintomi psicosomatici quali nausea e mal di stomaco, mal di testa e disturbi del sonno

  • prepotenze e prevaricazioni nei confronti dei compagni

  • l’ansia scolastica e l’ansia da prestazione

  • isolamento, mancanza di interesse, chiusura, emarginazione

  • episodi frequenti di rabbia e aggressività come reazione alla frustrazione e alla costrizione, sia fisica che psicologica

  • apatia come diminuzione o assenza di qualsiasi reazione emotiva di fronte a situazioni, eventi della vita di tutti i giorni

 

COME INTERVENIRE

I disturbi emotivi e relazionali possono emergere nel contesto scolastico, a partire dalla scuola dell’infanzia, o comunque in ambienti di socializzazione extra familiari. Non di rado sono gli insegnanti a portarli all’attenzione dei genitori che spesso si trovano di fronte a descrizioni incongruenti rispetto all’esperienza che hanno dei propri figli.

Sottoporre il quadro generale nella sua complessità a un’équipe di specialisti come quella del nostro Centro è utile ai genitori per comprendere la situazione e a individuare il percorso terapeutico più idoneo per il proprio figlio.